LUPO IBERICO

Il lupo è il più grande mondo di canidi selvatici, ricordando, nella sua apparizione, un cane pastore tedesco. Tuttavia, se si guarda più sottile, con più membri, una testa più ingombrante e di forma allungata, dall'aspetto solido, con piccole orecchie triangolari e occhi, chiari caduta di forma obliqua.

Originariamente, il lupo distribuito da quasi tutto l'emisfero settentrionale, che occupa tutti i tipi di ecosistemi terrestri, dal deserto al circolo polare artico e dal livello del mare a circa 3.000 metri sul livello del mare. Attualmente, la distribuzione è ridotto e frammentata dalle persecuzioni che è stata spostata dall'uomo. A causa di questo enorme areale, il lupo dispone di ampie variazioni in dimensione e colorazione, questi sono il risultato di adattamento ai vari ambienti dove vive. Un esempio di questo è la variazione di peso di questa specie, che, nei maschi, può andare da 20 a 80 kg e, nelle femmine, 18 a 55 kg, a seconda della sottospecie coinvolta.

Per alcuni, il lupo che abita nella penisola iberica è una sottospecie distinta dagli altri, lo stesso styling Canis lupus signatus. Il colore generale della loro pelliccia è grigiastra crema, l'epiteto subspecific signatus una striscia verticale, che si trova lungo le zampe anteriori. Il peso dei maschi è di circa 35 kg, raggiungendo alcuni esemplari di peso superiore a 40 kg, femmine, essendo più leggero, con un peso medio di circa 30 kg. L'altezza del garrese possa passare 70 cm nei maschi ed è, in media, nei pressi di 65 cm nelle femmine.

Il lupo ha esistito una volta in tutto il paese, oggi ridotto appena a nord del Portogallo, dove occupa una superficie di 20.000 km2 circa. Questa zona è costituita da due nuclei, separati dal fiume Duero. Il nucleo a nord del fiume Douro è costituito da circa 55 confezioni, mentre nel sud il fiume, se ritiene che ci siano solo 10. In tutto, la sua popolazione sembra variare tra 300 a 450 animali.

Il Pack corrisponde l'unità sociale in questa specie ed è un gruppo di famiglia. Ogni confezione comprende, di solito, da una coppia, giocatore della cosiddetta coppia di Alpha e dai suoi discendenti. Nel nordest di Trás-os-Montes, le confezioni sono formate dalla coppia alfa, per 2 o 3 individui da Cucciolate precedenti e da lobachos che erano nati in quell'anno, vanno dai 3 a 5 animali prima femmina alfa da parto e da 7 a 11 dopo la nascita della lobachos.

Ogni confezione vive in una determinata area, che difende attivamente l'ingresso dei lupi da altri pacchetti. Questa zona è chiamata il territorio. La dimensione di ogni territorio varia da Pack Pack, a seconda di questa variazione dell'abbondanza e del tipo di preda che solitamente cacciano. Nel nordest di Trás-os-Montes, i pacchetti sono piccoli territori, se confrontati con quelli di altre parti del mondo, variabile tra 80 e 250 km2. Pack vicini possono anche avere territori con aree molto diverse, come essere questa differenza legata al maggiore o minore consumo di prede selvatiche. In generale, i pacchetti che dipendono più prede selvatiche hanno territori più ampi.

I territori non sono ugualmente guidati dal Pack. Ci sono zone frequentemente usate che sembrano corrispondono alle aree in cui gli animali solitamente riposare o dove si caccia più spesso. D'altra parte, la dimensione del territorio varia anche durante tutto l'anno, anche se questa variazione relazionata alla creazione di lobachos. Dopo il parto, i movimenti della confezione sono limitati dalla necessità di restituire, quasi ogni giorno, in cui il lobachos si, se portare cibo al lupo alfa, più tardi, per alimentare il lobachos.

Dopo un periodo di circa 2 mesi di gestazione, intorno alla fine di aprile o inizio maggio, il Lupo Alfa interrompere il lobachos in un luogo sicuro nel territorio della confezione. Questa posizione tende ad essere situato in una zona molto tranquilla, con fitta vegetazione, dove Wolf scava una tana, o solo una piccola depressione sul terreno, e dove nascerà la lobachos. Alla nascita, hanno un cappotto scuro e gli occhi chiusi. Circa 12 giorni di età, aprire gli occhi e cominciare ad avventurarsi un po' intorno il luogo di nascita. Man mano che crescono, sarà sempre più ad esplorare i dintorni e spendere un sacco di tempo a giocare. Tutti i lupi del branco collaborano nella creazione di lobachos, portando loro cibo e trascorrere tempo con loro. Questa volta, è possibile osservare giovani lupi, con un anno e mezzo a due anni e mezzo anni, guardando con attenzione gli scherzi dei suoi fratelli minori. A circa 5 o 6 mesi di età, la lobachos sono già cresciuto abbastanza per cominciare a seguire il resto della confezione nel loro viaggio attraverso il loro territorio.

Anche se se si pensa che i lupi trascorrono la maggior parte del loro tempo alla ricerca, che non corrisponde alla realtà. Infatti, i lupi trascorrono gran parte del tempo corrispondente al periodo di giorni di riposo. Di nightfall, avviare la loro attività e poi spendere una grande quantità di tempo con le relazioni sociali e mangiare i resti di cacce al precedente. Solo allora inizia ad attraversare il suo territorio, in cerca di preda, contrassegnarlo e difenderla da altri lupi. In questi viaggi viaggio per notte tra 20 e 40 km.

Nel nordest di Trás-os-Montes, la preda principale del lupo selvatico sono il cinghiale, il capriolo e cervo. Nelle zone dove questi animali sono scarsi, il lupo si vede costretto ad attaccare animali domestici per sopravvivere, come pecore e capre. La potenza di ogni Pack dipende essenzialmente del tipo e numero di prede selvatiche esistenti nel suo territorio, così come il modo di pascolo del bestiame. Un pack che occupa un territorio dove c'è abbondanza di prede, e dove bestiame sono sorvegliati da un pastore e bovini cani band andò, si nutre principalmente di animali selvatici. Un pack in cui ci sono poche prede selvatiche habitat e dove gli allevamenti sono mal tenuti, senza buoni cani, o dove i pastori, dalla mancanza di buoni pascoli, sono obbligati a prendere le loro greggi per aree di fitta vegetazione, si nutre quasi esclusivamente agli animali domestici.

È in questa ultima situazione o che Cão de Gado Transmontano svolge un ruolo chiave, evitando o alleviare le perdite che potrebbe causare il lupo per le mandrie. In questo modo, o Cão de Gado contribuisce decisamente alla coesistenza di pastorizia e il lupo nel nordest di Trás-os-Montes, sulla scia dei buoni servizi resi dai loro antenati, da tempo immemorabile.

IL LUPO IBERICOIL LUPO IBERICOIL LUPO IBERICOIL LUPO IBERICOIL LUPO IBERICO

Wolf Pack

Distribuzione

Nell'inizio del 20esimo secolo, la sottospecie Canis lupus signatus occupata quasi tutta la penisola iberica. Tuttavia, ha sperimentato una riduzione di sia la gamma e la dimensione effettiva della popolazione di questo canide.

In Portogallo, la scomparsa del lupo, in particolare nella linea costiera, è emerso dal 1940. Con la drammatica diminuzione dell'area occupata negli anni 70, la situazione delle specie si è deteriorata.

La popolazione di lupi non è continuamente distribuita in tutta la gamma, al contrario, questo è frammentato con molte aree dove i lupi stanno scomparendo o sono stati sterminati.

Morfologia

Il lupo è un mammifero ed è attualmente il più grande canide selvaggio.

La specie è caratterizzata da una grande testa, aspetto massiccio, con orecchie rigide e triangolare, relativamente breve e poco appuntite. Gli occhi sono frontalizados, obliquo, sul muso e colore del topazio.

Il lupo iberico è tra le sottospecie di lupo, che dispone di più piccole dimensioni e peso (altezza garrese-70cm; peso-25 a 40 kg).

Si caratterizza per possedere un cappotto di colore marrone-giallastro nel bagagliaio. Il muso, rossa con sfumature intermedie tra la cannella e il giallo cannella, presenta una regione più chiara, nei toni del bianco, quella parte obliquamente dalla gola fino all'angolo esterno dell'occhio. La parte posteriore è caratterizzata da una lista nera, che si estende dal collo alla coda.

I membri sono forte e robusta, con un colore dal marrone al beige internamente e il marrone e ocra, esternamente. Oltre a questa mostra, nel senso della lunghezza, sulla parte anteriore, una lista nera molto ben definito, che è più visibile in inverno. Il signatus restrittive specifiche è stato assegnato sulla base di questa funzionalità (dal latino signatus-espressiva).

L'inverno cappotto caratteristiche tono più scuro del mantello.

Miti e realtà

Il conflitto tra l'uomo e il lupo ha forti radici di oriundam soprattutto dal periodo medievale, al punto che il lupo comincia ad avere la connotazione di animale che divora maligno di uomini, donne e bambini. Le cause di questo atteggiamento sembrano provenire principalmente nella Chiesa cattolica, che utilizzato il lupo come simbolo satanico, animale che mettono in questione "il gregge di Dio", cioè l'umanità. La grande religiosità del popolo medievale, rapidamente assimilati quest'idea, dando il lupo una dimensione mitologica e soprannaturale, espressa in varie leggende, storie e credenze, alcuni di loro vivono ancora oggi in serranos abitanti della penisola iberica.

La realtà è ben diversa, il lupo è una magnifica animale, parte di una natura armoniosa.

"I lupi rappresentano, più di qualsiasi altro animale, selvaggio e libero della vita che abbiamo perso e che attualmente cercano di recuperare con un entusiasmo che aumenta solo l'artificialità di ciò che abbiamo realizzato. Ci fanno sentire e vedere come che eravamo". (Prefazione di Francisco Fonseca in lupi. Collezione ")

Le perdite economiche associate predazione lupo il bestiame, aumentato simbolismo oscuro che trasporta il lupo. Questa situazione è il risultato di cattiva gestione che l'uomo fa delle risorse naturali, che ha condotto alla scarsità di prede naturali di questo canide.

Le comunità religiose e ha parlato delle montagne del nord-ovest del Portogallo, ancora abbastanza isolato, hanno permesso la sopravvivenza fino ad oggi di un ricco patrimonio culturale sul vostro rapporto con il lupo, espresso in varie leggende, miti, credenze e aspetti materiali, che è impossibile da trovare in altre regioni d'Europa. Come esempi di queste manifestazioni culturali sono notati il fojo lobo (monumenti secolari per la cattura dei lupi, in pietra e che hanno, nelle montagne del Nord iberica, l'unica zona dell'avvenimento in tutto il mondo) e l'uso di una sezione della trachea del "collo" del lupo-lupo, per curare una condizione chiamata "lobagueira" e che solo si manifesta nel maiale domestico.
Il lupo Iberico in EOL (Encyclopedia of Life)

Estamos no Google+

Translate »